Share / condividi e diffondi

ROMANTIC PUNX ARE BURNING TONIGHT!

[We talk about us!]
ROMANTIC PUNX ARE BURNING TONIGHT!
* 13/9 Milano @ Villa Vegan 
* 20/9 Monza @ Boccaccio
* 21/9 Saronno @ Telos
* 11/10 Freiburg (D) @ KTS
* 12/10 Offenburg (D) @ Juz Kessel 
* 18/10 Bologna @ Iqbal
* 19/10 Ravenna @ Spartaco
[Puj] Presto torneremo mostrarci con appesi gli strumenti al collo e i piedi ben saldi (si spera) sopra un palco. Se il palco c’è, se non c’è meglio, direttamente sul pavimento!
Abbiamo attraversato l’ennesimo periodo di cambiamenti all’interno del collettivo, abbiamo ritrovato vecchie amicizie e ne abbiamo strette di nuove; fatto sta che siamo ancora una volta in giro per balere anarcopunk, con lo stesso ardore di sempre nel combattere questa gioiosa battaglia contro i mulini a vento. 
Sì, è un po’ assurdo, suoneremo praticamente tre volte di seguito nei dintorni di Milano, tutto nell’arco di otto giorni. Però a noi non interessano le strategie di marketing né le quotazioni in borsa del nostro titolo. Lasciamo ai musicisti veri queste preoccupazioni! Le nostre vere preoccupazioni riguardano il senso di quello che facciamo, le persone che amiamo, quelle che incontreremo, e i luoghi ai quali siamo legati, anzi, ormai, potremmo dire, del tutto aggrovigliati: stiamo parlando dei posti occupati, naturalmente!
Dentro ci siamo cresciuti politicamente, umanamente e musicalmente. Per questo ripartiremo a raffica, con tre squat ai quali siamo affezionati, qualcuno di più dell’altro certo, ma comunque tutti e tre luoghi simbolo di un certo modo di intendere la musica e la vita. Luoghi che appartengono al nostro passato, e decisamente al nostro presente: Villa, Boccaccio e Telos. 
Inizieremo proprio dalla Villa, luogo intriso di magia e umidità, che per noi è qualcosa di più di “familiare”: un posto senza il quale i Kalashnikov sarebbero stati, molto probabilmente, diversi. Per questo siamo contentissimi di iniziare questo nuovo capitolo del collettivo proprio con un concertino rovina nel consueto scantinato villano. Una settimana dopo Boccaccio e Telos, altre due occupazioni eroiche e storiche che abbiamo visto nascere e crescere. Avremmo potuto suonare anche la domenica pomeriggio al T28, la vecchia casa occupata in via dei Transiti a Milano, purtroppo non lo faremo per impegni vari. Sarebbe stato bello però: un tour completo delle occupazioni alle quali teniamo di più, dentro e intorno alla nostra città.
Non siamo solito fare inviti scritti, ma stavolta ci sentiamo almeno di dire: siate numerosi!
Ai concerti troverete il nostro solito tavolo con la distro: dischi, cassette, fanzine, libri etc… etc… Tra l’altro ci sarà una nuova tiratura di kala-t-shirt in bianco su nero (per gli amanti della tradizione) e in viola su nero (per gli amanti del glamour). Tutto a offerta libera che, come sapete, ehm… non è gratis! Ma è solo un modo per andare incontro alle esigenze di tutti/e, riflettere sul valore autentico delle cose, liberi dalla dittatura del prezzo imposto, ed attuare un rapporto egualitario, solidale e sincero tra il nostro collettivo e le persone che vengono ai nostri concerti.
La distro per noi non è solo la scusa per far su qualche euro e pagarci la benza del furgone: è piuttosto un’occasione di condividere, scambiare, offrire qualcosa che vada al di là dell’aspetto materiale dell’oggetto; ed è anche un’occasione di rivcevere: ma non denaro, quanto piuttosto amicizia e, quando si è più fortunati, la riconoscenza di chi ha trovato qualcosa di familiare all’interno delle nostre canzoni e è lì per quello, per cantare, scivolare e farsi male sotto il palco durante un concerto. A presto!

Leave a Reply