Share / condividi e diffondi

KALASHNIKOV/CONTRASTO: Come il soffitto di una chiesa bombardata

[New K.coll. record!]
KALASHNIKOV/CONTRASTO
Come il soffitto di una chiesa bombardata” split 10″ (2014)
Dopo la solita – ma necessaria – trafila di sbattimenti vari, uscirà, fra qualche giorno, lo split album tra Kalashnikov e Contrasto: un 10″ stampato in 1000 copie, vinile azzurro trasparente, e libretto di 12 pagine a colori. 
Questa volta abbiamo voluto riflettere sul tema della guerra nel rapporto con il suo opposto, la pace. Da sempre, la guerra fa da sfondo alla musica punk che piace a noi, quella più apocalittica e paranoica. Il punk stesso è sempre stato in guerra: contro il gusto predominante, contro la morale borghese, contro le istituzioni, e contro un’infinità di altre cose che danno noia.

Abbiamo affrontato il tutto con il nostro consueto approccio distopico e creativo, per concludere che pace e guerra sono oggigiorno due parole ambigue, inflazionate e lasciate alla mercé di gente senza scrupoli, tanto da essersi svuotate di significato. Sentiamoci quindi liberi di attribuire a queste due parole un significato nuovo e creativo, che vada aldilà dell’inganno del potere e della retorica dei benpensanti. Sentiamoci liberi di reinventare, ribaltare e sconvolgere i concetti di pace e di guerra. 
Musicalmente parlando, sul lato K troverete una nostra personale reinterpretazione del crust/d-beat (parlando di guerra quale sottogenere del punk é più adatto?) e alcuni esperimenti meta-musicali, robe ambient e un reading di prosa poetica. Non spaventatevi. Al link qua sotto, trovate invece una pagina dedicata al disco, con testi e riflessioni varie. 

 

 
 
Come dicevano i Crass: “Combatti la guerra, non le guerre!“.

Leave a Reply