Share / condividi e diffondi

[Free books for punx]
Dov’è Oask?! – Memorie di una rivolta.
[Peppus] Nel trentesimo anniversario del fatidico Settantasette, mentre fervono amarcord e più meditate analisi, il Kalashnikov Collective Headquarter propone ai suoi lettori una raccolta di materiali particolarmente utili per mettere a fuoco l’ala creativa dell’ultima rutilante vampata antagonista prima degli anni del riflusso. Recuperato dal nostro archivio cartaceo, il corpus di testi (originariamente apparsi in “Derive/approdi”, inverno 1997) contiene riflessioni di alto profilo affidate ai protagonisti di quell’anno, con una particolare attenzione al cruciale fenomeno degli Indiani Metropolitani e alla loro capacità irripetibile di reinventare linguaggi e pratiche della radicalità. Attraverso la testimonianza del pittore-illustratore Pablo Echaurren, l’analisi retrospettiva di Claudia Salaris, il testo della famosa Dichiarazione alla stampa di Gandalf il Viola (immortalato a fianco di un giovane D’Alema!), la lettera a Kossiga, la poesia di Nanni Balestrini su Lama e molto altro si possono ricostruire le vicende e il clima politico-esistenziale di quella breve rivolta che seppe ironicamente destabilizzare l’ordine del discorso politico, anche quando questo si voleva radicalmente rivoluzionario. Da segnalare una chicca fumettistica per collezionisti: “Zut nella rivoluzione” del compianto Stefano Tamburini, creatore del celebre “Rank Xerox” e animatore, negli anni ottanta, della straordinaria fucina politica e creativa di “Frigidaire”…

Leave a Reply