Share / condividi e diffondi

[Live report]

Venerdì 19 ottobre: Kalashnikov + Abhora + Drunkside @ Approdo Caronte aka Kasotto – Milano
Ci riversiamo nel traffico infernale della Milano da pippare del fine settimana, e raggiungiamo il Kasotto, uno degli ultimi posti divertenti rimasti in città. Il Kasotto detto anche Approdo Caronte, è un ex-garage occupato che sorge sulla riva di un ramo mefitico del naviglio, ai bordi di una spiaggia di fango e cemento. E’ un posto piuttosto spartano, ma é sempre un piacere trascorrerci le seratine, chiacchierando con qualche pazzo lì presente. Almeno prima dell’inverno e del freddo cane… Serata organizzata per gli amici francesi Abhora alle ultime due date del tour. Con loro, il grande Clive a bordo del suo glorioso furgone/rottame azzurro che ha fatto il giro dell’europa. Clive vive alla giornata e scarrozza i punx che girano a suonare; è un ragazzo d’oro, sempre sorridente sotto i baffi alla francese! Milano al contrario è la solita coltre di grigio e apatia. Meno male che il Kasotto all’interno è natalizio, con le luci colorate e le decorazioni/spazzatura appese alle pareti. Una graziosa casetta delle favole punkabbestia. E’ un posto fantastico per suonare: dentro ci stanno al massimo dieci persone e quindi è sempre affollato! Al Kasotto si balla! Mi suicido con tre lattine di birra del discount e la serata corre via veloce: con noi gli Abhora, (h.c. matematico con stacchi perfetti e coesione ineccepibile!) e i Drunkside (il loro Oi!-death-metal è simpatico). Alle tre tutti a casa a dormire!
.
cxz
Sabato 20 ottobre: Kalashnikov + Abhora + Seminole + Fartbox @ C.s.a. Murazzi – Torino
Torino è la solita città difficile, con il suo traffico feroce e il freddo malefico che ci travolge. Il fiume è ancora una volta lo scenario della serata: suoniamo in riva al Po al Murazzi; occupato dal 1989, è uno dei più vecchi c.s.o.a. della città. Incontriamo Carletto, simpatico militante del posto e un vecchio amico, Rocco dei Seminole, con cui suoniamo. Alla serata partecipa il collettivo anti-psichiatrico No Ritalin presente con infoshop e scenografie d’effetto. Aprono il concerto i Fartbox, un gruppo di giovanissimi alla moda degli anni ’60 specializzato in cover di Byrds, Beatles e Rolling Stones. Rock geriatrico. Che cosa ci fanno qui? Boh! La musica controrivoluzionaria che piace al mio parroco. Si cambia decisamente registro con i Seminole, all’ultimo concerto della loro storia decennale: una band davvero unica per suono e attitudine, che ha avuto tantissimo di controculturale da raccontare in questi anni. Il discorso finale di Rocco dal palco ci comuove tutti e saliamo sul palco con le lacrime agli occhi. Abbiamo condiviso parallelamente, gli stessi percorsi, vissuto le medesime esperienze, giunti alle stesse conclusioni. Rocco e la sua gente sono eroi e rimarranno per sempre nei nostri cuori. Una piccola cosa in fondo, ma spero che possa essere abbastanza! Mi bevo una birra e brindo a tutte quelle persone che fanno cose “senza guadagnarci, senza depositare in banca le loro azioni. Che umanità fantastica! Che persone fantastiche! Questo è quello che riconosco come alternativo, il resto… periti agrari che vendono piante dalle forme diverse ma con le stesse radici” (Seminole). Noi suoniamo, come sempre. Nel pubblico ci sono più francesi che italiani: oltre agli Abhora e Clive si assiepano sotto alcuni amici che sono venuti apposta dal sud della francia per incontrarci. Ormai non so più cosa dire quando accadono queste cose, se non ringraziare umilmente per tutta la passione dimostrataci. Chiudono gli Abhora con un concerto mastodontico, l’ultimo del tour. Gli Abhora evocano sentimenti diversi da quelli che hanno smosso le parole di Rocco: nella loro musica c’è tutta la passione dell’inizio, un entusiasmo acerbo proiettato verso il futuro. Idealismo! C’è l’incoscienza (sana, vitale, divina!) della giovinezza. Una bellezza diversa, ma altrettanto pura. La fine e l’inizio, sullo stesso palco. A concerto concluso, abbracciamo quel pazzo di Clive e i nostri amici francesi; ci allontaniamo sul lungofiume che nel frattempo si è animato di giovani alla moda, spacciatori di fumo e poveracci che fanno il barbecue. Ci tuffiamo in questa realtà contraddittoria e impura che ci troviamo a vivere ogni giorno, nelle nostre vite quotidiane, sempre più stridenti. Ricchezza e povertà, divertimento e sopravvivenza, amore e paura, mescolati insieme negli stessi istanti, negli stessi luoghi… Dopo una nottata al freddo e un pranzo annaffiato di vino al veleno, consumato in uno squallido ristorante cinese della periferia, facciamo ritorno a Milano…
[Free music for punx]
ABHORA – Noircir sa page (DIY e.p. 2007)
Emo-grind from Chambery, France. Rabbia bruciante e precisione scientifica convivono serenamente.
1. Un nouveau matraquage
2. Noir
3. Grand hotel
4. Emeute
5. Bleu, blanc, rouge… sang
.
lkjhhjklhjkl
hklhkl
[Free music for punx]
SEMINOLE – Non tutti i vermi diventano farfalle (DIY album 2007)
Urban-rock/ambient from Torino, Italy. Inni elettrici per spiriti non pacificati.
1. Quattro
2. Macchine
3. Stanno potando gli alberi
4. i coriandoli
5. Devastazioni democratiche
6. Non tutti i vermi diventano farfalle
7. Quello che faccio
8. …
[Free books for punx]
SEMINOLE – Ci piace rotolare… 10 anni di autoproduzione (2005)
Riflessioni, ammissioni, constatazioni. Un libretto denso di esperienze e passione, una dichiarazione di indipendenza rispetto ad un sistema mortifero di valori estetici, artistici, culturali. In poche pagine la rivelazione del senso ultimo ed autentico della parola “autoproduzione”.

3 Comments on

  1. Anonymous
    Replied on 18/10/2010 at 14:10

    Fartbox, un gruppo di giovanissimi alla moda degli anni '60 specializzato in cover di Byrds, Beatles e Rolling Stones. Rock geriatrico. Che cosa ci fanno qui? Boh! La musica controrivoluzionaria che piace al mio parroco……….se solo la vostra musica da cartoni animati giapponesi che voi chiamate punk fosse ribelle quanto il vostro parroco, ecco solo allora si potrebbe di nuovo fare una serata insieme. Il vostro atteggiamento finto "punk" come la vostra musica non trasmette la vostra fantomatica idea di rivoluzione! voi rivoluzionari snob…. poi aveste azzeccato un gruppo! evidentemente gli WHO non li conoscete nemmeno…

  2. Sarta
    Replied on 18/10/2010 at 14:10

    Ehilà Carletto, vedo che hai ricevuto il disco! Piace? Facci sapere…

  3. Anonymous
    Replied on 18/10/2010 at 14:10

    Al Kasotto si balla! Al Kasotto ci si diverte!

Leave a Reply