Share / condividi e diffondi

[Free books for punx]

Maitresse Nikita e Thierry Schaffauser – Fiere di essere puttane (2007)
[Pep] Maitresse Nikita e Thierry Schaffauser sono una prostituta e un prostituto francesi: nel loro libro (corredato da un’introduzione del 2009 di Pia Covre) che il Kalashnikov Collective Headquarter presenta ai propri lettori, i due autori si propongono di fare luce sulla crucialità della problematica della prostituzione rispetto alla battaglia femminista, generando un nuovo protagonista di quest’ultima, il femminismo puttana. Partendo dall’inscindibilità tra il successo strategico dell’offensiva femminista e il successo tattico della lotta allo stigma nei confronti delle prostitute (e alle conseguenti legislazioni discriminatorie, diffuse largamente in tutto l’ “emancipato” mondo occidentale) gli autori giungono a prospettare la riappropriazione orgogliosa da parte delle donne dell’insulto che tuttora più frequentemente le sfregia (“puttana”) e che costituisce l’emblematica manifestazione della condanna della loro sessualità e in ultima analisi del loro diritto all’autodeterminazione. In questo senso gli autori, che coinvolgono nel loro manifesto anche le figure (femminili o maschili), liminari al mondo della prostituzione, degli operatori della pornografia, prendono le distanze dai filoni del femminismo che, sia pur con le migliori intenzioni, leggono la pratica della prostituzione come prodotto culturale e sociale del Patriarcato. E’ piuttosto vero che questo ha fortemente improntato a sé la prostituzione stessa (la manifestazione più immediatamente evidente di ciò è lo scarso numero di prostituti), la quale tuttavia sussiste autonomamente e ha anzi un nucleo etico quintessenzialmente femminista: l’autodeterminazione senza limiti della donna (e riguardo la problematica dell’autodeterminazione si veda anche la proposta, avanzata dagli autori, di liberalizzazione e legittimazione etica delle droghe pesanti, lucidamente riconosciuta quale unica via per eliminare lo stigma sociale che attanaglia i tossicodipendenti).

Eredi di movimenti storici degli anni Settanta come l’associazione Coyote (Stati Uniti) e il Collettivo della prostitute di Parigi, Maitresse Nikita e Thierry Schaffauser sono implacabili combattenti contro il grottesco immaginario, di origine evangelica, della redenzione delle prostitute, rivendicando anzi chiaramente il carattere di minoranza sessuale di queste ultime e incitandole ad una decisiva svolta anti-patriarcale : nella prospettiva della loro trasformazione in creatrici e promotrici di sessualità femminista, la quale interferisca esizialmente con i codici di genere del Patriarcato.
Il libro contiene anche un informativo ed allarmante panorama sulla repressione della prostituzione in Europa, la quale, nel prevalente e complice silenzio dei media e dell’opinione pubblica, mutila le prostitute dei fondamentali diritti civili: dalla vita familiare alla custodia dei figli (nella ridicola ottica secondo cui sarebbe scandaloso che esse/i possano seguire l’esempio “corruttore” della madre), fino a pervenire alle inaccettabili discriminazioni medico-sanitarie, alla censura ed alla persecuzione.

>>> Download Maitresse Nikita e Thierry Schaffauser – Fiere di essere puttane (2007) [ITA] in .pdf (3 mb.)

Leave a Reply