Share / condividi e diffondi

[Free books for punx]
Un nodo nel cielo: resistere tra le foglie – Piccolo manuale di tree climbing (d.i.y. 2011).
Le città continuano ad espandersi così come la popolazione mondiale, e se andiamo a scavare, per capire che stiamo portando la terra alla rovina, basta dare uno sguardo un po’ più a fondo alle nostre vite. La nostra rovina, ovviamente, è il nostro stile di vita. Possiamo anche impegnarci in importanti campagne politiche, ma la carta che usiamo per pulirci il culo distrugge ogni giorno ettari di foresta primaria. E potremmo andare avanti per ore con esempi simili…
Mentre salivo e correvo di albero in albero, sperimentavo nuove tecniche o uscivo alla ricerca di cibo, quando sentivo l’apprensione ogni mattina dell’arrivo dei soldati dell’Impero e dell’invasione delle motoseghe, non ricordo un momento fra questi dove ricercavo cose di cui non avevo bisogno.
Quando ti rendi conto per cosa combatti ogni giorni tutto diventa più semplice, come la vita in un tree-camping, nel freddo inverno dell’Europa del nord. E’ quando scopro che non é così difficile, che magari ti scatta la scintilla di voler salire, su tra le foglie ad annodare il cielo...”.
[Puj] Non c’é molto altro da aggiungere per introdurre questo delizioso manualetto oltre alle parole del suo intrepido autore. Una ventina di pagine illustrate che spiegano come scalare gli alberi, come viverci sopra, come difendersi dai cherry pickers (i “raccogli-ciliege”: camion con la piattaforma idraulica utilizzati anche per lo sgombero dei tree-camping), ma anche come scendere dagli alberi (che non é comunque un problema secondario!). Come dice l’autore: all’inizio è tutta una questione di nodi…

>>> Download “A knot in the sky” [ITA] in .pdf (9 mb.)

1 Comment on

  1. Garba
    Replied on 27/04/2011 at 11:01

    Fighissimo, veramente bello. Le illustrazioni mi hanno ricordato un sacco le dispense mensili degli anni negli scout su nodi e costruzioni assolutamente affiancabili ad uno stile di vita come quello del tree climbing (sempre meno applicabile oggi per i sempre meno spazi verdi cancellati da stato e privati amici suoi)!
    Seguo spesso silenziosamente il blog e devo ringraziarvi per queste piccole perle e tutto l'impegno che ci sta dietro e che ci mettete, nel recensire e riscrivere e uppare. Continuate così, io spero di riuscire a tornare presto in Villa per qualche bel concerto.

Leave a Reply