Share / condividi e diffondi

[Cd-r from the world – 10]

HORROR VACUI (dark rock, Italy) – Black rivers promo (2011)
[Puj] Nuova raffica di cd-r, questa volta frutto di una recente trasferta finlandese. A Jyvaskyla, abbiamo intercettato una data del tour estivo degli amici Kontatto e Koppa mi ha regalato il demo degli Horror Vacui, dark-punk band di stanza a Bologna, formata da alcuni noti personaggi della scena crust/h.c. locale: dietro al monicker di Henry Flat Fields si nasconde Enrico, batterista dei Sumo, mentre Lo Sceriffo (the Sheriff) al microfono é naturalmente Koppa (in versione Jim Morrison). Alla chitarra c’é invece la mitologica Marziona (batterista di Kontatto e Campus Sterminii).
La confezione é essenziale e la registrazione casalinga (realizzata all’Atlantide Occupata di Bologna), ma l’insieme funziona: prestando attenzione si può percepire lo sbattere d’ali dei pipistrelli, annusare il profumo della nebbia sulle rive del Tamigi e udire in lontananza il frastuono delle discoteche bat-cave ultra-kitcsh dei sobborghi londinesi… beh, l’immaginario c’é tutto, grazie anche ai suoni che evocano i vecchi gruppi gothic pre-metal e pre-ebm (Specimen e Alien Sex Fiend, soprattutto, ma anche i primi Sister of Mercy); le canzoni hanno una solida struttura rock, ma con inflessioni pop-romantic da tormentone autunnale. Insomma: anche i crusties hanno un cuore, sebbene infranto…

>>> Download HORROR VACUI cd-r promo in .mp3 (.rar – 36 mb.)

[Cd-r from the world – 11]
RAJAT (Anarcopunk, Finland) – 7traks demo (2011)

[Puj] Nella nostra vacanza finlandese non doveva mancare una tappa a Tampere, dove vive ormai da qualche anno mister Andrea Bonini, amico e chitarrista dell’anarcopunk band italiana Anxtv. In terra finnica Andrea, insieme alla compagna Katri (voce dei crusties locali Rakkaus)
, Jukkeli (cantante dei Sotatila) e l’ottimo batterista Jukka, ha dato vita ai Rajat, una band dark-crust che abbiamo visto esordire live proprio l’agosto scorso sul palco del Vastavirta di Tampere. I Rajat (che in finlandese significa “confine”, “limite”) suonano h.c. macilento ai limiti del crust e vantano un’ottima amalgama per essere assieme solo da qualche mese! Il cd-r é confezionato in un artwork del sempre notevole Bonini, il cui stile si avvicina a quello dell’altrettanto notevole Nick Blinko dei Rudimentary Peni, band anarcopunk inglese degli ’80. Non sapete chi é Nick Blinko? Apriamo una parentesi: anche se molti non lo sanno (compreso lui stesso) Blinko é uno dei più significativi artisti punk, riconosciuto oggi come esponente della cosiddetta “outsider art” o “art brut”, definizione con il quale si indicano quesgli artisti che operano del tutto al di fuori delle norme estetiche e stilistiche convenzionali. Il termine “art-brut” fu coniato da DuBuffet con particolare riferimento alle opere dei degenti dei manicomi. Anche Nick Blinko soffriva in effetti di un distrubo schizoaffettivo e fu ricoverato per un lungo periodo in una clinica psichiatrica. Le sue “opere” più note non sono altro che gli artwork dei dischi dei Rudimentary Peni. Tornando ai Rajat… beh, non rimane che scricare il demo da qua sotto!

>>> Download RAJAT 7tks. demo in .mp3 (.rar – 29 mb.)

[Cd-r from the world – 12]
TRIBE 84 (post-punk, Italy or Finland?) – Unreleased 5tks. demo (2011)

[Puj] Nei lunghi e rigidi inverni finlandesi trascorsi tappati in casa non resta altro che procurarsi un otto piste digitale e registrare i dischi da soli. Così ha fatto il nostro punk spezzino che oggi vive a Tampere: Andrea Bonini degli Anxtv ci propone cinque pezzi di post-punk esistenzialista dai toni pacati.
Il suono minimale e la disperazione controllata evocano naturalmente i Joy Division, ma la batteria elettronica conferisce all’insieme uno strano appeal dance! Chi crede che la Finlandia non sia in sintonia con le atmosfere depressive, apatiche e post-industriali del post-punk si sbaglia: le città finlandesi, con le loro case bianche ed asettiche, un po’ sovietiche e il cielo perennemente plumbeo sono davvero lo scenario ideale per questo tipo di musica!
I testi sono frammenti auto-biografici, ispirati a momenti di vita quotidiana. Suggestivo il sound scarno con la chitarra ubriaca che ricorda (come lo stesso autore mi ha suggerito!) il buffo disco new-wave (“Second empire justice”) della Oi-band inglese Blitz…

>>> Download TRIBE 84 Unreleased demo in .mp3 (.rar – 31 mb.)

1 Comment on

  1. Anonimo
    Replied on 18/07/2014 at 10:36

    Ciao!
    io adoro la loro musica.
    io faccio Rap e impazzirei a poter fare una collabo! sarebbe bellissimo.
    come posso farglielo sapere?
    la mia posta è "federico.ferri@hotmail.com" il mio numero è 338/9540384
    vorrei inviare qualche mio pezzo tanto per dare un'idea di cosa posso fare.
    F.

Leave a Reply