Share / condividi e diffondi

[Free music for primitive punx]

ANIMA SOUND (Pre-punk free-form music, Germany) – Sturmischer Himmel (album 1971)
[Puj] Continuiamo a raccontare le gesta degli anti-musicisti più eroici del passato… Gli Anima Sound erano Paul e Limpe Fuchs, marito e moglie, mitologico due bavarese di musica improvvisata e performance art. Quando Limpe, una percussionista di formazione accademica incontra Paul, scultore, ha un’il
luminazione: applicare l’approccio scultoreo alla musica. Sculture musicali fatte di suoni prodotti dai materiali grezzi (legno, ferro, pietra…), dal loro scontrarsi insieme e dalla loro manipolazione. Paul costruiva strumenti assurdi con ferro ed altri materiali di recupero, a cui poi applicava dei pick-up per poterli amplificare.
La musica degli Anima Sound rifuggiva ogni legame con la musica tonale, ed era sostanzialmente basata sulle percussioni e sul cantato sciamanico di Limpe (un non-linguaggio del tutto privo di significato). I Fuchs utilizzavano strumenti autoprodotti che battezzavano con il loro nome: Fuchshorn, Fuchszither, Fuchsbass… I loro spettacoli erano caratterizzati da una forte componente fisica e dionisiaca: Limpe si esibiva spesso nuda alle percussioni, con il corpo totalmente dipinto di nero.
Nel 1971, i Paul e Limpe affrontarono un incredibile tour tra la Baviera e l’Olanda in trattore, trainando una casa di legno da loro stessi costruita che fungeva sia da abitazione che da palco per i live. Accompagnati da qualche pecora (per la lana e per il latte) e dai figli, hanno attraversato l’europa alla velocità di 20 Km/h (la velocità massima del trattore) suonando dove capitava, nello sgomento generale e al suono degli “anadate al lavorare!” che qua e là si alzavano tra il pubblico. Un grande esempio di tour d.i.y.! La tv tedesca, che seguì parte dell’impresa, ne produsse un documentario; più sotto trovate il trailer…

Gli Anima Sound non furono il tradizionale gruppo freak-out anni ’70 di solare ascendenza hippie, ma un inquietante e scandaloso progetto di sperimentazione esistenziale e di anarchia sonora, una cosa oscura e davvero poco rassicurante. L’unico vero e proprio album della band, “Sturmischer himmel” (Cielo tempestoso), fu pubblicato dalla Ohr (“Orecchio”, celebre label sperimetale tedesca) nel 1971 e lo trovate scaricabile qui sotto.
I coniugi Fuchs andarono avanti a suonare insieme per tutti gli anni ’70, poi il progetto Anima Sound prese altre strade, più vicine alla performance teatrale. Limpe ha continuato a vivere nel casolare nella campagna bavarese dove ha sempre vissuto, a suonare le percussioni e a cimentarsi in performance musicali fino ai giorni nostri. Oggi propone concerti “didattici”, nei quali cerca di avvicinare il pubblico alla peculiarità dei suoni che ci circondano quotidianamente e alle “possibilità musicali” delle cose: “Quando sento un cane che abbaia durante una mia performance abbaio anch’io. Ricordo che una volta ho suonato in un cortile ed era pieno di uccelli che volavano e io ho usato il loro cinguettio nella mia performance. A volte, le persone mi dicono che quando escono dai miei concerti e vanno alla macchina, per la prima volta, fanno caso al suono della portiera che si chiude. Questo per me é un successo!“.
Sull’eperienza degli Anima Sound, Limpe dice: “Quando abbiamo iniziato a suonare io e Paul, la nostra era una protesta: il rumore contro la musica classica, la via tradizionale alla musica. Oggi, quello che abbiamo fatto un tempo, non ha più senso, non serve più perché tutto è possibile: oggi c’é il punk, la house, la musica noise… Penso che il musicista del futuro dovrà essere in grado di far capire il silenzio. A volte, quando suono in concerto, i momenti più intensi sono quelli quando mi interrompo e sto in silenzio. Lo so, sarà dura per un musicista dire all’organizzatore di un concerto: ehi, sono un musicista… e suono meglio quando sto in silenzio!“.

>>> Download Anima Sound album “Sturmischer himmel” (1971) in .mp3 (.rar. – 43 mb.)

Leave a Reply