Share / condividi e diffondi

[Free books for punx]
Jeffrey Moussaieff Masson – Il maiale che cantava alla luna (2003)
[Sarta] Oggi parliamo di maiali: si dice che il cane ci guardi dal basso in alto, il gatto dall’alto in basso, ma il maiale – solo lui! – da pari a pari. Con questo incipit si apre un bellissimo capitolo di questo libro che ho preso, come al solito, sul prestigiosissimo banchetto di Ezio dei Le Tormenta (Equal Rights, Forlì). Si tratta di una serie di aneddoti, raccontanti con acuta e divertita curiosità, che ci spiegano come la vita emotiva degli animali (che siamo soliti considerare “stupidi”) sia estremamente complessa e sfaccettata, certamente simile allo nostra, come sa benissimo chi vive con al fianco un gatto, un cane o qualsiasi non-umano più o meno addomesticato. Gli animali giocano, si divertono, comunicano tra loro, provano affetto oppure si innervosiscono, si tirano delle imprecazioni a vicenda, sono malinconici o annoiati esattamente come lo siamo noi stupidi umani. Questa lettura è l’occasione per riflettere ancora una volta sullo sfruttamento che imponiamo a questi esseri viventi negli allevamenti, dove vengono negati loro i più elementari bisogni con una crudeltà che va ben oltre la “semplice” – per quanto atroce – uccisione nei mattatoi, ma che coinvolge l’intero arco delle loro misere esistenze recluse, tra mutilazioni e malattie. Se da una parte questi esseri viventi possono provare la nostra stessa varietà di emozioni e aspettative, dall’altra la vita negli allevamenti risulta l’esatta negazione di tutto questo: per vedere dunque l’altra faccia della medaglia, guardatevi questo notevole video di “Animal Equality”, postato da Punk4free.

Leave a Reply