Share / condividi e diffondi

[Introducing…]  Miss Valeria Disagio!

Ormai manca poco e potrebbe essere superfluo ricordarlo, ma… lo faremo lo stesso! Fra tre giorni esordirà alle corde vocali del collettivo Kalashnikov la donna qua ritratta (quella umana, non quella felina). Valeria, la regina del discount, la musa del nihilismo alto-lomabrdo, l’incosciente che ha preso in mano un microfono per la prima volta tre mesi fa, sarà fra poche ore scaraventata su un palco, alla mercé di tutti/e, esposta alle scosse elettriche degli impianti voce difettosi e alle secchiate di birra Finkbrau provenienti dalle prime file.
Quel che è peggio è che, da qui a novembre, la attende una lunga serie di concerti qua e là per l’italia e l’europa! Nessuno sa come andrà, nessuno può scrutare il destino di quest’eroina tragica dei nostri tempi; possiamo solo dire che pendiamo dalle sue labbra e che le saremo vicini e vicine nei momenti di sconforto, quando le arriverà il microfono tra i denti, quando sbaglierà le parole dei pezzi o quando verrà portata in trionfo da una tribù i punk cannibali del tutto ubriachi e senza una meta. Detto questo, in cuor nostro siamo fermamente convinti che la sua strada sarà agevole e lastricata di successi (come quella qua sotto). Buona fortuna, Valeria Disagio!
 .
One man rode the way through the woods, down to Asa Bay, when dragon ships are sailed to sea…

 

Leave a Reply